Benvenuti alle Acque Chiare

Territorio e Ambiente, Tempo libero e Cultura ... dal 2004

Firmato l'Accordo di cittadinanza: al via le attività alla casetta e orto delle Acque Chiare

16.Luglio.2021 ai Chiostri di San Pietro Comune, associazioni e cittadini hanno sottoscritto i patti che chiudono la fase di co-progettazione e danno il via alle attività previste in due luoghi simbolo della città

Sono stati firmati la sera del 15 Luglio 2021 ai Chiostri di San Pietro i primi due Accordi di cittadinanza della nuova stagione dei Laboratori, che riguardano il parco storico di Villa Levi, da poco ottenuto in concessione dall’Università di Bologna, e la Casetta e l’Orto officinale del Parco delle Acque Chiare. Alla presenza del sindaco Luca Vecchi e dell’assessore alla Partecipazione Lanfranco de Franco si sono ritrovate per l’atto formale di sottoscrizione tutte le associazioni e i cittadini che in questi mesi hanno preso parte al percorso di co-programmazione e co-progettazione su questi due luoghi della città e che ora li animeranno con le attività previste dagli Accordi.

“La firma degli accordi è un momento di passaggio importante: si chiude la fase di progettazione condivisa e iniziano le attività con il protagonismo delle associazioni e dei cittadini - dichiarano il sindaco Luca Vecchi e l’assessore alla Partecipazione Lanfranco de Franco - Partiamo da due luoghi stupendi che verranno animati da attività molto eterogenee e complementari, che spaziano tra ambiente, arte, benessere fisico, storia, socialità e tanto altro. I Laboratori di cittadinanza si sono confermati uno straordinario strumento che permette di analizzare le sfide e le opportunità, costruire insieme le risposte e coinvolgere tanti soggetti dei nostri quartieri interessati e pronti a dare il proprio contributo attivo da protagonisti in prima linea, grazie anche al ruolo centrale di stimolo e coordinamento svolto dagli Architetti di quartiere. Si tratta di partecipazione e di un percorso di accrescimento umano e in termini di competenze per tutti i partecipanti. Dopo tanti mesi di blocco, siamo contenti di poter partire con le attività e siamo sicuri che coglieranno il gradimento diffuso dei cittadini a cui saranno rivolte. Abbiamo deciso di partire da due luoghi molto conosciuti e amati dai reggiani, spazi e aree verdi che sono beni comuni della nostra città e torneranno finalmente ad essere animati. Questi sono solo i primi di una serie di progetti, che definiremo nei prossimi mesi, a partire dal parco della Reggia di Rivalta e da palazzo Vecchio nell’area storica del Mauriziano fino a coprire tutta la città andando a dare risposte alle sfide individuate con la cittadinanza nei mesi scorsi. Porteremo il modello degli usi temporanei dei beni comuni in altri luoghi reggiani, affrontando le sfida della prossimità e della sostenibilità, sia all’interno dei singoli quartieri sia per potenziare le connessioni fisiche e sociali tra le diverse parti della città”.

I progetti sul parco delle Acque Chiare - Il basso servizio di via Cugini, riqualificato da poco, e i relativi spazi aperti all’interno del parco delle Acque Chiare, più propriamente conosciuti come Casetta e Orto officinale di Gabrina, saranno al centro di una serie di attività pensate in collaborazione tra il Comune e cittadini e associazioni che fruiscono l’area. L’obiettivo è di rendere gli spazi più vissuti e fruiti, promuovendo attività di tipo sociale, ricreativo ed educativo, tra cui anche una serie di laboratori di autocostruzione assistita, per la realizzazione del pavimento con funzioni di essiccatoio al piano primo e il completamento degli impianti della Casetta e la realizzazione di piccole attrezzature per l’orto officinale e per il giardino.

Le azioni previste intendono incrementare la vocazione di questo luogo, legata ai temi dell’educazione ambientale (con particolare attenzione alla coltivazione e alla trasformazione delle piante officinali, dell’orticoltura e del giardinaggio di comunità), della cultura dell’ambiente e della sostenibilità, del benessere della persona e dell’inclusione della comunità e valorizzare anche il parco delle Acque Chiare, un “parco-campagna” sito al limitare della città con l'aperta campagna e porta d’accesso al Parco del Rodano.

Anche in questo caso, a partire da settembre 2021, partiranno una serie di incontri tematici semi-strutturati per co-progettare tra Amministrazione, cittadini e associazioni le attività e iniziative future da realizzare in loco. Fanno parte dei firmatari dell’Accordo: Associazione Acque Chiare, Associazione Gramigna, Associazione culturale L’Indaco, Associazione Improjunior, Associazione Ilde, Ggev, Radici del Cielo aps, Spi-Cgil. Volontari: Ermes Aguzzoli, Vando Cucchi, Martina Lapomarda, Claudio Massari, Olmes Nironi, Rita Piccinardi, Amos Poli. Gli Accordi di cittadinanza firmati ieri sera sono consultabili sul sito del Comune di Reggio Emilia, all’indirizzo www.comune.re.it/siamoqua

Breve storia ed origine dei nomi

dalla cartellonistica Parco del Rodano

La zona detta Bazzarola si estende tra i quartieri di Buco del Signore, Pappagnocca, Villaggio Stranieri ed il torrente Rodano, ed oggi viene chiamata le Acque Chiare. Storicamente si identificano una Bazzarola Bassa tra via del Quinzio (oggi Via Papa Giovanni XXIII) e via Cugini, ed una Bazzarola Alta attorno a Via Monti, anche se la differenza di quota tra le due è minima: la prima 57 metri slm, la seconda 60. Si tratta di un toponimo storico ed identifica una zona caratterizzata dalla presenza significativa dell’acqua: rii, canali, risorgive, acqua di falda.

Il torrente Rodano ed il Rio Acqua Chiara sono i corsi d’acqua principali e spiccano per la presenza di una rigogliosa fascia verde che rappresenta uno degli habitat prioritari che motivano l’istituzione di un Sito di Importanza Comunitaria (SIC). Il Rio Acqua Chiara è originato dalla confluenza del torrente Lavezza e del rio Arianna, che scendono dalle colline di Albinea e si uniscono in località Monterampino a Canali, mentre il torrente Rodano acquista tale nome a partire dalla confluenza del torrente Lodola e del Canale di Secchia, in località Fogliano.

I nostri progetti

Le nostre attività più importanti

Percorso Ecologico delle Acque Chiare

Il percorso si snoda nell’ambito del Parco delle Acque Chiare, in ambiente di particolare pregio ambientale.

Festa Ecologica

La grande festa ecologica alle acque chiare ogni terza domenica del mese di settembre.

La Casa Colonica

L’edificio si trova sul lato nord di Via A. Cugini poco prima della strada ferrata Reggio – Scandiano. Il Rio Acque Chiare-Bazzarole è un po’ più in là oltre la ferrovia, ultimo baluardo alla campagna che si è urbanizzata e si sta urbanizzando.

Il Giardino delle Erbe Officinali

Giardino di erbe aromatiche e officinali, nel parco di V. Cugini.

Abitare alle Acque Chiare

Conformazione e servizi del nostro quartiere

Quando pensiamo ai quartieri residenziali, in origine le Acque Chiare identificavano la zona che si sviluppa lungo via Antonio Cugini, a partire dall’incrocio con via Daniele da Torricella e fino alla fine della strada chiusa che termina in campagna, al Podere Bazzarola costruito appena al di là del Rio Acqua Chiara. La strada si divide idealmente in due sezioni separate dal passaggio della ferrovia Reggio Emilia – Sassuolo.

Mappa del quartiere

Prima degli anni ’80 lungo via Cugini vi erano per lo più antiche case contadine, ed alcune costruzioni più importanti appartenenti in origine ai proprietari dei terreni. Negli anni seguenti l’urbanizzazione di questa zona prima agricola, ha portato alla creazione di nuove strade come via Besenzi, via Li Gobbi, via Dalla Chiesa, e via Giulio Romano.

Più di recente negli anni 2000 e 2010 il quartiere ha aumentato ulteriormente la superficie edificata mediante l’urbanizzazione dei terreni a Nord di Via Cugini, con la costruzione della nuova strada Via Carretti che ha preso il posto dell’antica via Fonte Acque Chiare (una volta noto come viottolo delle Querce).

In occasione dell’ultima urbanizzazione ha preso forma anche il Parco delle Acque Chiare, una immensa area verde di quasi 200.000 mq compresa tra Via Cugini, via Carretti e la ferrovia Reggio-Scandiano. Questo grande parco campagna rappresenta uno dei più grandi polmoni verdi della città, e fa da porta di accesso al parco del Rodano con il suo gradevole percorso che collega il Mauriziano con l’altro grande parco cittadino del Lungo Crostolo.

Mezzi di trasporto pubblico

In Via Cugini ferma la linea n. 3 dei trasporti SETA mentre in Via Lambrakis ferma la linea n. 4. Poco più distante in via Martiri di Cervarolo ferma la linea n. 9.

Servizi essenziali

Il grande Arcispedale Santa Maria Nuova si trova a soli 3 km. Gli uffici del comune si trovano nella sede decentrata QUA Ospizio di via Tamburrini a circa 4 km.

Scuole

Nel raggio di circa 5 km si trovano diverse possibilità relativamente ad asili nido, scuole per l’infanzia e scuole medie.

Generi alimentari

Nel quartiere esistono numerose attività, all’inizio di Via Cugini è stato edificato dopo il 2010 un fabbricato a destinazione commerciale che ospita attualmente il Discount Dpiù ed il Forno delle Acque Chiare (vedi la pagina facebook Panificio Reggiano).

Chi Siamo

L’Associazione opera nell’ambito del Comune di Reggio Emilia ed in particolare nella zona delle Acque Chiare e Bazzarole (Circoscrizione Sud). E’ stata costituita il 9 Settembre 2004 ed è aperta a tutti i cittadini residenti, secondo le norme statutarie. L’Associazione è apartitica, senza fini di lucro e commerciali.

Le finalità principali dell’Associazione sono:

  • attuare iniziative per la tutela e la valorizzazione dell’ambiente, del territorio e della natura;
  • promuovere ed organizzare iniziative per il tempo libero, ricreative e culturali;
  • sviluppare iniziative a carattere sociale in senso lato che possano essere di interesse degli associati e dei cittadini, per il miglioramento della qualità della vita e/o delle relazioni interpersonali.

Ambiente e Territorio

L’Associazione ha svolto e svolge un ruolo determinante per la valorizzazione dell’intera zona Acque Chiare. Le attività ed i principali progetti riguardano il Percorso Ecologico delle Acque Chiare, la Casa delle Acque Chiare ed il Giardino delle erbe officinali. Altre iniziative, altrettanto importanti, sono rivolte al Parco Campagna di Via A. Cugini, all’area SIC (Sito di Interesse Comunitario denominato Rodano e fontanazzi di Fogliano e Ariolo) nonché a progetti di valorizzazione e tutela della zona, allo scopo di favorirne la fruizione da parte dei cittadini.

Tempo libero e Cultura

L’Associazione Acque Chiare-Bazzarole ha cercato di finalizzare le proprie attività per il tempo libero verso iniziative che possano migliorare le relazioni interpersonali e la qualità della vita. In dettaglio le principali iniziative sono le seguenti:

  • organizzazione, in collaborazione con la Circoscrizione Sud, della Festa Ecologica alle Acque Chiare che si tiene nel mese di settembre e presenta un programma diversificato di grande interesse. Alla Festa, che è giunta alla sua 16° edizione, partecipano ogni anno oltre 1’500 persone, in particolare bambini e ragazzi;
  • organizzazione della Cena in compagnia e di solidarietà, che si tiene nel mese di novembre;
  • organizzazione di altri eventi che possano favorire i rapporti interpersonali (cena sotto le stelle, momenti di incontro, iniziative varie).

L’Associazione Acque Chiare-Bazzarole collabora al Progetto Gioie del Parco. In sintesi, il progetto riguarda la catalogazione delle essenze arboree (piante) presenti nel Percorso Ecologico Acque Chiare ai fini di una loro facile riconoscibilità e valorizzazione nel contesto ambientale e culturale. All’iniziativa partecipano, oltre all’ideatrice Prof.ssa Antonella De Nisco, la nostra Associazione, la Circoscrizione Sud ed importanti esperti in materia. Per maggiori informazioni è possibile visitare il sito internet Gioie del Parco.

Contatti

Sede dell’Associazione

ASSOCIAZIONE ACQUE CHIARE-BAZZAROLE Via C.A. Dalla Chiesa, 2 42122 REGGIO EMILIA C.F. 91121140353 (Atto costitutivo reg. presso Agenzia delle Entrate di Reggio Emilia in data 29/09/2004)

Posta elettronica

info@acquechiare.re.it